mariofblogo.jpg

Bici Radar

banner2-be.jpg



Facebook share

CB Login

Chi e' online

Abbiamo 20 visitatori online

Cerca

Vendonsi abbigliamento epoca

001.jpg

Vendonsi scarpe vintage anni'70

001scarpe01.jpg

Facebook Bici D'Epoca

001facebook.jpg
 
 facebook 

Vendonsi Caschi vintage

001caschivintage10.jpg
Caschi vintage anni'70-'80 

Vendonsi occhiali vintage

La "Classicissima d'Epoca" 2016

0001.jpg

Vendonsi Bicicli-Grand-Bi

grandbi001.jpg  
Per informazioni e prenotazioni
clicca sull'immagine sopra

Giro D'Italia D'epoca 2014

 
CALENDARIO  
 
G.I.D.E. - V edizione 
 
LE TAPPE

  giroepoca.png
 
 

Tariffa Migliore

bollette.png

Tutti gli annunci gratis!!

manifestobicidepoca-001.gif
Per pubblicare o rispondere
agli annunci
REGISTRATI è gratis

Ciclismo eroico

a cura di Carlo Delfino
001carlodelfino.jpg

I campioni del ciclismo

a cura di Gianni Trivellato
001trivellato.jpg

I Girini sconosciuti

  a cura di Giampiero Petrucci 
 
001giampietropetrucci.jpg
 
La nostra redazione, in collaborazione con Giampiero Petrucci, il noto storico di ciclismo, dato l'avvicinarsi del Giro d'Italia, decide di dedicare un'apposita rubrica ai girini più sconosciuti, riprendendo ed ampliando quanto apparso sul fortunato libro W tutti (edito da Bradipolibri)  che sta avendo un grande successo editoriale nonchè recensioni entusiaste.

Ciclisti eroici

a cura di Leonardo Arrighi
001leonardoarrighi.jpg

Vendonsi biciclette vintage

001.jpg

Registro Storico Cicli

001registrostoricocicli.jpg

Ciclismoinminiatura

001ciclismoinminiatura.jpg

Decadence blogspot

La Repubblica

Meteo e Previsioni del tempo

meteologo.jpg

Francesco Moser

moser001.jpg

Rubrica: tecniche di restauro

001.jpg
La visione solo utenti registrati

Accessori e ricambi d'epoca

La visione solo per utenti registrati.

Ciclismo estremo

giulianocalore001.jpgsimone003.jpg
  
 
 
 

Videoteca Bici D'Epoca

 
video.png

Videoclip: Vendesi Bici Squadra Corse Bianchi 1954

Pedalando sempre più in alto.....

Vendesi bici della Squadra Corse Bianchi 1954

    Vendesi  bici Bianchi della Squadra Corse Bianchi 1954 (N° telaio 99.9033 cm 54x54) La bici con cui corse Michele Gismondi ....fedele gregario di Faus...
Read More ...

Nuove Maglie Vintage

Vendonsi Nuove Maglie Vintage ...
Read More ...

Vendonsi maglie d'epoca (repliche)

      Vendonsi   Maglie d'Epoca (repliche)   ante anni '30     Abbiamo disponibili maglie vi...
Read More ...

Syndication

CB Online

Nessun utente online

Bici d'Epoca

Pedalando nella storia

copertina.gif
La visione utenti registrati
Home
L'Impavida di Emilia cicloturistica d'epoca PDF Stampa E-mail
000001.jpg

 

 

L'IMPAVIDA di EMILIA

seconda edizione 

Domenica 21 settembre a Gustalla (RE)

Cicloturistica lungo gli argini del Po con biciclette d’altri tempi.

Per gli appassionati delle due ruote la passeggiata in libera escursione è l’occasione per conoscere il patrimonio di strade bianche che corrono lungo gli argini di bonifica e le golene del Po. La passeggiata con biciclette antiche costituisce l’anticipazione di Piante e animali perduti, in programma a Guastalla (Re) il 27e 28 settembre.
 
di Patrizia Paterlini 
 
001impavida07.jpg         

Guastalla (RE) 10 settembre 2014. Alla scoperta del Grande fiume in sella a bici d’epoca. Domenica 21 settembre va in scena lungo gli argini del Po, a Guastalla (RE), l’Impavida, seconda edizione della cicloturistica con biciclette d’altri tempi che anticipa la mostra mercato Piante e animali perduti, in programma sempre a Guastalla (Re), il 27 e 28 settembre.

001impavida08.jpg
 
Una passeggiata cicloturistica, in libera escursione, sugli argini del Po con biciclette d’altri tempi guidate da ciclisti anche in abbigliamento vintage, lungo le strade bianche che seguono il Po a Guastalla, Gualtieri, Boretto, Luzzara e Novellara. Luoghi ricchi di memoria e fascino. Guastalla reca le testimonianze di antica capitale del Ducato dei Gonzaga, Gualtieri è il paese di Ligabue. Boretto ospita il Museo del Po e della navigazione interna e del Governo delle Acque. Luzzara vanta il museo delle arti naïves Zavattini, mentre Novellara reca le tracce della corte dei Gonzaga che attirò musicisti ed artisti tra cui l'architetto e pittore Lelio Orsi.
 
001impavida05.jpg 
 
Nata da un’idea di Ivan Pavesi, Giuseppe Alai e Armando Nocco, L’Impavida, che è aperta tutti in quanto gara non competitiva, prevede per questa seconda edizione due diversi percorsi: uno di 45 km è adatto a tutti, con oltre il 40% di strade bianche, e tocca i comuni di Guastalla, Gualtieri e Luzzara. L’altro è un percorso di 85 km, di cui il 45% di strade bianche. Attraversa i comuni di Guastalla, Gualtieri, Boretto, Luzzara e Novellara e si snoda anche lungo i suggestivi sentieri del paesaggio della Bonifica, fra idrovore, torrioni, canali, fino alle Valli dello Sculazzo di Novellara.
 
001impavida09.jpg 
 
L’Impavida nasce come occasione per valorizzare il patrimonio di strade bianche che corrono lungo gli argini di bonifica e le golene del Po. Valorizzare le strade perdute del Po, significa salvaguardare anche un paesaggio che testimonia il rapporto secolare di sostenibilità fra civiltà rurale e natura. Molto spesso, infatti, queste strade fanno parte di antichi tratti utilizzati per il pellegrinaggio e il commercio o testimoniano antiche usanze agricole e pastorizie, come la transumanza. Inseguendo fiumi e canali, queste strade permettono di visitare Città d’Arte in sicurezza e per questo ideali per un turismo slow rivolto a famiglie con bambini, a tranquilli ecoturisti che vogliono coniugare il paesaggio con le bellezze storico-artistiche e culturali all’enogastronomia e calarsi in una realtà che conserva nel tempo le stesse caratteristiche di autenticità e bellezza. Dopo una domenica passata a pedalare forse capiterà di pensare come affermava Guareschi che: “ In quella fettaccia di terra tra il fiume e l’ monte, possono succedere cose che da altre parti non succedono”.
 
L’impavida è anche incontro con i grandi personaggi del ciclismo reggiano e i marchi storici. Per i collezionisti di biciclette d'epoca e gli appassionati del settore, inoltre nel centro storico di Guastalla sarà allestito un mercatino del collezionismo specificamente dedicato al mondo della bicicletta e del ciclismo, con pezzi unici, come maglie dei campioni del passato, locandine del Giro d’Italia, ricambi di biciclette di tutti i periodi storici, vecchi campanelli, manifesti e insegne pubblicitarie. Un’occasione unica per trovare pezzi rari da espositori provenienti da varie regioni italiane e dall'estero.
 
La cicloturistica anticipa “Piante e Animali Perduti”, mostra-mercato, tra le più originali e ampie in Italia in programma sabato 27 e domenica 28 settembre a Guastalla (RE), antica capitale gonzaghesca sul Po, ricca di monumenti insigni. (Info www.pianteeanimaliperduti.it). Punto di riferimento nazionale nel panorama degli appuntamenti dedicati a quell’ universo rurale che la contemporaneità, nella sua corsa verso il futuro, ha dimenticato, con tutte le sue tradizioni e i suoi antichi “saperi”, la manifestazione - realizzata a cura di Vitaliano Biondi in collaborazione con l’associazione Paese in Festa, e con il patrocinio del Comune di Guastalla, della Provincia di Reggio Emilia e della Regione Emilia Romagna e il sostegno del Consorzio del Parmigiano Reggiano - festeggia la diciottesima edizione, offrendo tantissimi appuntamenti dedicati alla campagna e alla biodiversità, con un’attenzione particolare rivolta a varietà e specie antiche spesso dimenticate, del mondo vegetale, ma anche animale insieme ai loro fieri produttori.

Programma:

Domenica 21 settembre 2014

  • Guastalla, piazza Mazzini ore 7.00-8.00 preparativi ed iscrizioni 
  • ore 9.00 partenza per la pedalata cicloturistica 
  • ore 13.00 pranzo in piazza aperto a tutti a cura della Pro Loco di Guastalla
  • ore 15.30 premiazione 
  • ore 16.00-17.00 conversazioni ed interviste ad esperti del turismo in bicicletta ed alle “vecchie glorie” del ciclismo reggiano Palazzo Ducale, piazza Mazzini 
  • ore 17.00-18.00 Criminali del Biciclo spettacolo multimediale di Duccio Canestrini tratto dal testo del Lombroso del 1902 "I delitti col biciclo", il biciclo come mezzo per delinquere Piazza Mazzini 
  • 9.30-19.30 -mostra mercato di biciclette ed accessori d’epoca -mostra mercato di prodotti enogastronomici tipici Palazzo Ducale
  • 9.30-19.30 Mostra di biciclette d’epoca, da corsa e da lavoro
IMPAVIDA:
quota di iscrizione 10€,  il modulo di partecipazione, il regolamento e la planimetria dei percorsi sono scaricabili dal sito www.impavida.info
 
Per info e iscrizioni:
L’Impavida di Emilia - Ciclismo d’Epoca
Ivan Pavesi
e-mail: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo cell. 333-8585401
Armando Nocco:
cell. 348-3315809 per abbigliamento e biciclette vintage
Vitaliano Biondi: 
Officina di Progettazione Viale Isonzo, 20 –42121 Reggio Emilia
Telefono: +39 0522 922111 e-mail: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
sito: www.impavida.info  facebook impavidadiemilia
 


 
< Prec.   Pros. >